News ACADEMY

Gestire grandi progetti: la lezione dell’esperienza

19 Marzo 2018

In questo articolo pubblicato da McKinsey, Tim McManus suggerisce cinque pratiche che possono assicurare il successo del Project Management su grandi progetti. Anche se l’articolo fa riferimento alla gestione di grandi opere pubbliche, i consigli presentati possono essere di grande aiuto anche in contesti differenti.

Progettare autostrade, linee ferroviarie o aeroporti, ma anche implementare nuove linee produttive in una fabbrica o cambiare l’ERP di una grande multinazionale, oppure modificare i processi produttivi o di vendita, significa avere a che fare con costi e tempistiche difficili da contenere. Spesso e volentieri, le stime del progetto iniziale non vengono rispettate: i costi lievitano, i tempi si dilungano e, nel peggiore dei casi, le opere realizzate in tempo e nel budget sono di qualità o portata inferiore rispetto a quelle pattuite.

Considerando tutte le difficoltà che possono insorgere durante l’esecuzione del progetto, una domanda sorge spontanea: il Project Management può favorire la realizzazione di un’opera in modo che rispetti il progetto iniziale? Ovviamente sì, e qui di seguito riportiamo delle pratiche utili in tal senso:

  1. Non basta gestire tempistiche e budget: il successo di un progetto è determinato anche dalla sua funzionalità. Sacrificare alcune funzioni e scelte stilistiche per consegnare un’opera in tempo o per rimanere nel budget è un esempio (purtroppo molto comune) di Project Management fallimentare.
  2. Applicare il metodo di realizzazione in base al singolo progetto: è necessario valutare il progetto prima di scegliere come realizzarlo. Analizzare l’opera in ogni suo aspetto (il sito fisico di implementazione, leggi e regolamenti, capacità dei fornitori, le priorità del committente ecc) aiuterà ad individuare possibili rischi e ritardi.
  3. Bilanciare i rischi: più è grande il progetto, più le parti in gioco devono cooperare per minimizzare i rischi. Progettisti, stakeholder, appaltatori, fornitori devono dividersi rischi e responsabilità in modo omogeneo così che il progetto possa prendere forma senza problemi.
  4. Coinvolgere gli addetti alla manutenzione e alle operazioni fin dall’inizio: coloro che gestiranno l’opera una volta ultimata, devono prendere parte al processo di progettazione e realizzazione. Un approccio del genere, consente la messa in funzione rapida ed efficiente dell’opera una volta ultimata e abbatte i costi di formazione degli addetti.
  5. Considerare l’eredità dell’opera: efficientamento dei processi, miglioramento della qualità, riduzione dei rischi/costi, aumento della produzione o del fatturato, riduzione degli sforzi o tempi di lavoro: sono tutte conseguenze dirette o indirette possibili di un progetto di successo.

Il Team Choralia

Choralia Formazione a prova di Business

Ultime News

L’aggiornamento del modello 231 e le evoluzioni...

Webinar Welfare e formazione aziendale

La responsabilità per danno da prodotto in ambi...

Skip to content